ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΣ

Intervista con Marco Mellace: Ricostruzione di Partenone

M.G.N.: Ciao sig. Mellace parlaci in generale di tutte le tue rappresentazioni grafiche 2/3d del Partenone

M.M.: Si certo, quasi subito dopo l’apertura del mio canale didattico flipped prof ho eseguito delle rappresentazioni grafiche stilizzate nelle quali illustro le caratteristiche fondamentali del Partonone. Su una di questa nel filmato, il Partenone si compone piano piano e mentre si compone ogni volta che vengono aggiunte dall’animazione nuove parti, io spiego di che cosa si tratta. Nell’altra ho ideato un simpatico sketch tra Fidia e Pericle, e questo filmato è stato pubblicato con l’aggiunta di miglioramenti e della mia voce, proprio in questi giorni. Poi sono passato al 3d. tra il 2018 e il 2019 ho realizzato le mie prime due versioni con il 3d e quella del 2019 fu vista da Andreas Arcadios che poi divenne mio amico. L’ultima ricostruzione, quella del 2021, è considerata da molti la più bella e attendibile mai realizzata e questo anche grazie ai consigli che mi ha dato Andreas Arcadios

M.G.N.: Spiegaci come lei ha conosciuto Andreas

M.M.: Come ho scritto nel mio libro “Flipped Prof, storia di passione e di condivisione, la didattica ai tempi della pandemia” conobbi Andreas nella tarda primavera del 2019, lui vide il mio tour virtuale di Atene e il Partenone (il primo) e rimase entusiasta e mi disse: “Se fai quello che ti dico io, tu farai il Partenone più bello mai realizzato perché tu sei un vero artista 3d” All’epoca non mi sentivo ancora pronto per un terzo Partenone così la mia collaborazione con Andreas ebbe inizio con Sparta e grazie al suo supporto sulle ricerche, ho potuto realizzare la prima ricostruzione completa 3d di Sparta

M.G.N.: Parlaci del Partenone che hai ricostruito nel 2021

M.M.: E’ stato un progetto molto ambizioso e difficile da portare a termine. A differenza di molti altri lavori, decisi che le persone avrebbero potuto vedere video dei lavori in corso, infatti sul mio canale ci sono molti video che documentano le varie fasi della ricostruzione. Vi sono stati momenti difficili nei quali credevo di non farcela, ma anche grazie al mio amico Andreas Arcadios, sono riuscito a farcela anche perché lui mi ha sempre incoraggiato e supportato. Abbiamo studiato insieme tutte le possibili soluzioni e colorazioni e ancora oggi lui mi invia esempi bellissimi di sue illustrazioni nelle quali modifica le decorazioni della mia ricostruzione 3d. Ho scolpito una ad una tutte le figure dei fregi ionici e le sculture dei frontoni est e ovest e sono felice di sapere che molte persone in tutto il mondo, considerano questa ricostruzione la più bella e accurata mai creata del Partenone.

M.G.N.: Abbiamo visto spesso versioni con le metope diverse. Quante versioni esistono con questo particolare diverso?

M.M.: Esistono due versioni Dimitri, che sono quelle più verosimili, infatti è molto probabile che le metope del Partenone abbiano avuto una colorazione chiara, tuttavia non è escluso che non sia stata anche rossa, quindi nei miei filmati ci sono versioni del Partenone con metope bianche e con metope rosse.

M.G.N.: Qual è stata la parte più difficile da ricostruire?

M.M.: Forse il frontone, perché non riuscivo a capire esattamente i contorni, che Andreas cercava di spiegarmi, se fossimo stati nello stesso ambiente di lavoro, probabilmente sarebbe stato tutto più semplice, tuttavia si sa che lavorare a distanza in certi casi non è sempre facile.

M.G.N.: Qual è stata la ricostruzione che li ha impegnato di più?

M.M.: Certamente Siracusa e metto subito dopo il Partenone della terza versione, un lavoro che ha necessitato diverso tempo, io solitamente sono veloce a realizzare una ricostruzione ma in certi casi ci vuole del tempo in più e sono felice del risultato ottenuto.

M.G.N.: Per gli interni, quale criterio hai seguito?

M.M.: Ovviamente non sapremo mai il reale aspetto degli interni ma va dato atto a questi lavori del fatto che finalmente caricano con i colori. Di solito quando si costruisce un tempio greco la cella viene rappresentata scarna e povera di dettagli. Dobbiamo ricordare che questi erano ambienti vivi vivaci carichi di oggetti dal forte significato simbolico e votivo e io ho cercato di seguire questa strada anche per la realizzazione del Partenone della terza versione e credo che questo contribuisca ad avvicinare un lavoro alla verosimiglianza storica.

 

M.G.N.: Reliazzera nuovi lavori sul Partenone o su Atene?

M.M.: Mai dire mai! Non considero mai un lavoro definitivo e realizzare lavori per Atene e per il Partenone mi rende sempre felice!

LEAVE A RESPONSE

Your email address will not be published.