#Magna Grecia

Il “Barbablu Fest” dal 1 al 11 agosto a Morgantina, Sicilia

𝗠𝘂𝘀𝗶𝗰𝗮, 𝘁𝗲𝗮𝘁𝗿𝗼, 𝗻𝗮𝗿𝗿𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶: 𝗶𝗻 𝘀𝗰𝗲𝗻𝗮 𝗹𝗮 𝗾𝘂𝗮𝗿𝘁𝗮 𝗲𝗱𝗶𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗱𝗲𝗹 “𝗕𝗮𝗿𝗯𝗮𝗯𝗹𝘂̀ 𝗙𝗲𝘀𝘁” 𝗱𝗮𝗹𝗹’𝟭 𝗮𝗹𝗹’𝟭𝟭 𝗮𝗴𝗼𝘀𝘁𝗼 𝗮 𝗠𝗼𝗿𝗴𝗮𝗻𝘁𝗶𝗻𝗮

Torna il “𝗕𝗮𝗿𝗯𝗮𝗯𝗹𝘂̀ 𝗙𝗲𝘀𝘁”, festival di musica, teatro e narrazioni, con un calendario ricco di proposte culturali d’eccezione che si terranno, come sempre, nel Parco Archeologico di Morgantina (Aidone, En), con alcuni appuntamenti anche a Piazza Armerina e Mazzarino.
Il festival andrà in scena dall’1 all’11 agosto, alternando concerti, rappresentazioni teatrali e incontri culturali. Protagonisti la grande musica d’autore con 𝗖𝗮𝗿𝗺𝗲𝗻 𝗖𝗼𝗻𝘀𝗼𝗹𝗶, 𝗡𝗼𝗮, 𝗗𝗮𝗻𝗶𝗹𝗼 𝗥𝗲𝗮 e il teatro con 𝗧𝘂𝗰𝗰𝗶𝗼 𝗠𝘂𝘀𝘂𝗺𝗲𝗰𝗶 𝗲 𝗚𝗶𝘂𝘀𝗲𝗽𝗽𝗲 𝗗𝗶𝗽𝗮𝘀𝗾𝘂𝗮𝗹𝗲, 𝗚𝗶𝗼𝘃𝗮𝗻𝗻𝗶 𝗖𝗮𝗹𝗰𝗮𝗴𝗻𝗼 𝗲 𝗩𝗶𝗻𝗰𝗲𝗻𝘇𝗼 𝗣𝗶𝗿𝗿𝗼𝘁𝘁𝗮, 𝗦𝗶𝗹𝘃𝗶𝗮 𝗔𝗷𝗲𝗹𝗹𝗶 𝗲 𝗚𝗮𝗶𝗮 𝗜𝗻𝘀𝗲𝗻𝗴𝗮. In programma anche appuntamenti culturali e presentazioni di libri, con 𝗙𝗲𝗹𝗶𝗰𝗲 𝗖𝗮𝘃𝗮𝗹𝗹𝗮𝗿𝗼 e 𝗙𝗲𝗱𝗲𝗿𝗶𝗰𝗼 𝗣𝗮𝗹𝗺𝗮𝗿𝗼𝗹𝗶 “𝗢𝘀𝗵𝗼”.
Il festival, prodotto e realizzato da Terzo Millennio Progetti Artistici, nato da un’idea di 𝗣𝗶𝗲𝘁𝗿𝗮𝗻𝗴𝗲𝗹𝗼 𝗕𝘂𝘁𝘁𝗮𝗳𝘂𝗼𝗰𝗼, prende il suo nome dalla Testa di Ade, uno dei pezzi archeologici più importanti riconsegnati alla Sicilia dopo il trafugamento da Morgantina, ribattezzata Barbablù in ragione degli straordinari riccioli blu della barba.
𝗟𝗮 𝗱𝗶𝗿𝗲𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗮𝗿𝘁𝗶𝘀𝘁𝗶𝗰𝗮 𝗾𝘂𝗲𝘀𝘁’𝗮𝗻𝗻𝗼 𝗲̀ 𝗳𝗶𝗿𝗺𝗮𝘁𝗮 𝗱𝗮 𝗺𝗲, in una staffetta ideale con Giuseppe Dipasquale, che ne ha curato le prime tre edizioni ed è stato recentemente chiamato a dirigere il prestigioso Marche Teatro.

Demma: «Il turismo è una industria e va trattato come tale»

Turismo – Non si può parlare di gestione e valorizzazione dei beni archeologici senza confrontarsi con Filippo Demma, Direttore del Parco archeologico di Sibari, Direttore ad interim della Direzione Regionale Musei Calabria, nonchè responsabile del progetto di Antica Kroton per Capocolonna.
Il dottor Demma, che guida anche il parco Archeologico di Crotone e Sibari, ha le idee chiare non solo sulla gestione dei beni archeologici e culturali, ma anche sul sistema che deve girare intorno a questi.

La Notte di Archestrato a Gela fine luglio

Si legge dal post di gruppostoricoakragas:

Archestrato di Gela, una nostra vecchia conoscenza..

Quindi, ci saremo anche noi a Gela a festeggiare lui e la grecità in Sicilia
Grazie a Croci Attardi del gentile invito!

Ripresi gli scavi a Capo Colonna: trovata testa di leone ornamentale in terracotta

Ritrovato nel parco archeologico di Capo Colonna un frammento raffigurante una testa di un leone in terracotta che ornava un gocciolatoio. Il reperto è stato recuperato qualche mese fa durante alcuni saggi esplorativi in corso sulla area limitrofa al tempio di Hera Lacinia, a qualche metro dall’unica colonna superstite dell’antico santuario. La notizia è stata diffusa via social dalla direzione dei Parchi archeologici di Crotone e Sibari.

Pompei, scavi e ricerche in corso: che cosa ci riserverà il futuro del parco

L’incontro

Stamattina  all’Auditorium degli scavi di Pompei dalle 9.30 alle 18 sarà possibile accedere, anche per i visitatori del Parco, al IV workshop internazionale, “Pompei: scavi e ricerche in corso”.
Sono coinvolte numerose Università e istituti, che hanno in corso campagne di studi in vari luoghi di Pompei: l’Università Federico II di Napoli, l’Austrian Archaeological Institute, Tulane University, Austrian Academy of Sciences, l’IMT Lucca, l’Università di Pisa, l’Université Côte d’Azur, Nice, l’University of Valencia, l’Università L’orientale di Napoli, il Freie Universitat Berlin, l’University of Texas at Austin, l’Università degli studi di Genova, l’Università degli Studi di Torino, l’Università della Campania Luigi Vanvitelli, l’Institutum Romanum Finlandiae, l’Università di Bologna, Università la Sapienza, Roma.

Turismo Archeologico – Aversa: «La nostra storia è attrattore turistico»

Turismo Archeologico – Un frammento della testa di un leone in terracotta che ornava un gocciolatoio recuperato qualche mese fa durante alcuni saggi esplorativi a Capocolonna.
Questo è quanto rinvenuto, nei giorni scorsi, durante una campagna scavi appena iniziata e ancora in corso sul promontorio lacinio. La campagna è iniziata con una missione della scuola Meridionale di Napoli (Università Federico II).

Ricostruzione 3d di Selinunte Greca, Sicilia (fot. – vid.)

Si legge dal post di flippedprof:

Carissimi in vista della proiezione di alcune sequenza di immagini di Selinunte Greca su la 7 questo sabato ecco il film nel quale vedrete le immagini della mia ricostruzione di Selinunte Greca con nuovi colori ed esperimenti cromatici.

00:00 Introduzione Il tempio G 00:44 Acropoli di Selinunte lato ovest 02:03 Selinunte vista dalla Collina Orientale 02:28 L’Agorà dall’alto 04:04 La città vecchia dall’alto 04:22 La collina orientale vista dalla città vecchia 04:38 La città dall’alto 04:55 Acropoli lato est 08:23 Acropoli dall’alto lato ovest 09:00 L’Agorà 10:24 Santuario della Malophoros 13:52 Acropoli dall’alto 14:17 Area Portuale 14:30 Collina orientale 14:48 Templi della collina orientale 16:07 Il tempio G

Gerace: la sfida per diventare “modello di accoglienza turistica”

Una serie di interventi di riqualificazione sono in atto per rendere l’antica cittadina “simbolo dei borghi calabresi”

GERACE (RC) – Sono all’opera i cantieri nel borgo antico della bella Gerace. Con un finanziamento di 20 milioni di euro dal Pnrr del Ministero della Cultura, la Regione punta sulle caratteristiche della cittadina della Locride per renderla “simbolo della bellezza dei borghi calabresi”. Il grande progetto, dal nome “Gerace, Porta del sole”, mira infatti a far diventare la perla dello Ionio “un nuovo modello di sviluppo e attrattività turistica e culturale della Calabria”. È per questo motivo che il progetto è molto articolato, suddiviso in più settori d’intervento, i cui specifici lavori di riqualificazione dovranno essere consegnati entro giugno 2026.

Magna Graecia: il piu grande MID (Mercatorio Identitario) del Mezzogiorno

Si legge dal post di domenicomazza:

Le riflessioni che seguono, riportate nell’editoriale in calce, sono maturate dall’analisi dei dati relativi ai flussi turistici e all’offerta ricettiva calabrese dell’ultimo biennio.
Ebbene, un visione identitaria congiunta e di sintesi tra la Sibaritide ed il Crotonese, collocherebbe l’Arco Jonico calabrese nella condizione di essere il più grande ambito ricettivo della Calabria. Di gran lunga superiore rispetto a contesti blasonati come la #CostaDegliDei e la #RivieraDeiCedri.
Il dato rivelato dovrebbe indurre la politica ad avviare ponderate e oculate osservazioni.

Euterpe Lira Festival a Bova con i Briganti di Terra d’Otranto in agosto

Si legge dal post di euterpelirafestival:

EUTERPE LIRA FESTIVAL I SUONI DELLA TRADIZIONE
6 AGOSTO
NOTTE ROSA
BOVA MARINA RC
ORE 17.00
PIAZZA STAZIONE
ESPOSIZIONE ED RADUNO DI AUTO D’ECOPA ED VESPA MERCATINI ARTIGIANALI STRETT FOOD SONU A BALLU DELL’AREA GRECANICA
7 AGOSTO
EUTERPE LIRA FESTIVAL
BOVA RC
PIAZZA ROMA
ORE 17.00
MERCATINI ARTIGIANALI
ORE 22.00
GRUPPO ETNO PUGLIESE
BRIGANTI DI TERRA D’OTRANTO
ORE 00.3O
SONU A BALLU
DELLAREA GRECANICA
8 AGOSTO
EUTERPE LIRA FESTIVAL
BOVA RC
PIAZZA ROMA
ORE 17.00
MERCATINI ARTIGIANALI
ORE 18.00
CORSO DI BALLO ED TAMBURELLO
ORE 22.00
SONU A BALLU CON SUONI DELL’AREA DEL SANT’AGATA ED I SUONI DELL’AREA GRECANICA
PER INF 39 3493822195