BAIA MAGNOGRAECA NEAPOLIS SICILIA/SIKELIA

Inviate lettere alla divisione trasporti di Trenitalia ed Italo

 

Inviate lettere alla divisione trasporti di Trenitalia ed Italo

 

Proposti nuovi collegamenti veloci per Calabria, Basilicata, Puglia, Sicilia e Campania.

La rivalutazione del trasporto su ferro è uno dei cambiamenti a cui siamo approdati dopo il periodo di emergenza pandemica. 

A muovere le richieste di un pool di Associazioni e Comitati del Mezzogiorno è stato un profondo ripensamento dei paradigmi su cui si fondano i modelli organizzativi. 

In funzione di obiettivi comuni, Svimar, Comitato Magna Graecia, Unione delle Associazioni della Riviera dei Cedri e del Pollino e Ferrovie in Calabriahanno inviato una lettera al Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, ed al Direttore della Divisione Passeggeri Lunga Percorrenza e Alta Velocità di Trenitalia, Paolo Attanasio.

Oggetto della missiva é stata la proposta, già a partire dal prossimo mese di giugno, di creare tre importanti collegamenti diretti.

Nella specifico a Trenitalia è stata chiesta: 

-l’istituzione di un treno Intercity fra Bari Centrale e Palermo via Sibari/Paola;

-l’istituzione per il periodo estivo, di un FrecciarossaTorino/Milano-Reggio Calabria via Adriatica/Sibari/Paola (in prolungamento di una corsa esistente ed  attualmente attestata nel Capoluogo pugliese);

-l’istituzione di un collegamento Frecciargento diretto fra Reggio Calabria e Genova (unificando delle corse già esistenti); 

La particolarità delle prime due proposte ha riguardato la predisposizione di una fermata a Cosenza, ad oggi non servita da treni a lunga percorrenza. Inolte, tramite servizi in coincidenza a Sibari, le connessioni con le città di Corigliano-Rossano e Crotone, ancora non servite da rete elettrificata. Infine, la predisposizione a Paola di coincidenza con i regionali dall’alto Tirreno ed a Rosarno con i bus dalla Locride. 

Basilicata, Calabria e Sicilia avrebbero così servizi diretti con importanti località del centro-nord come Parma, Modena, Rimini, Riccione, Pesaro, Ancona e Pescara. 

Ma il vantaggio più innovativo sarebbe quello di collegare fra di loro grandi città del Sud quali Bari, Messina, Catania e Palermo, capillarizzando, con i servizi in coincidenza, l’Arco Jonico e la Riviera dei Cedri.

Contestualmente é stata inviata una missiva ad Italo-NTV per chiedere, sulla scia di quanto avvenuto con l’istituzione del Frecciargento Sibari-Bolzano, la creazione di un nuovo collegamento AV Sibari-Milano/Torino. 

In questa caso é stato suggerito di sacrificare la sosta a Napoli Centrale, già oppurtunamente servita, a favore di quelle di Cosenza e Battipaglia. Prevedendo, inoltre, un collegamento in coincidenza da e per Crotone, il proposto servizio potrebbe soddisfare le esigenze di mobilità dei tre grossi ambiti demografici dell’Arco Jonico, della Valle Crati e del Golfo di Policastro. 

La speranza resta quella di vedere realizzate tali proposte nel più breve tempo possibile. In questo modo, quindi, non solo si favorirebbe la mobilità interregionale, ma ci sarebbero riverberi positivi anche per il comparto turistico.

Ufficio stampa — Comitato Magna Graecia

 

Fonte/Πηγή: https://www.magnagraecia.eu/2022/03/26/inviate-lettere-alla-divisione-trasporti-di-trenitalia-ed-italo/

 

Unendo le due costiere dello Jonio/Ενώνοντας τις δυο ακτές του Ιονίου

LEAVE A RESPONSE

Your email address will not be published.